Riempiti.

di sguardi, di volti

di viaggi, di luoghi

di giornate vuote con le persone giuste

di una birra in riva al lago

di leggerezza che la pesantezza ricambia solo con il mal di testa

di passi ovunque con la scarpe sbagliate che ti lasciano bolle come ricordo

di stupidità che la noia è dietro l’angolo

di persone che “meglio poche ma buone” ma in realtà è meglio tante e divertenti

di foto inutili e brutte che ti fanno litigare con il soggetto esigente ma che tanto l’importante è vivere il momento insieme

di margherite giganti che abbelliscono la vista

di respiri profondi nell’aria limpida

di sorrisi per gli altri che non costano nulla e di sorrisi a te stessa che costano ancora meno.