C’è una continua ricerca della felicità ma mai della sincerità. La felicità è facile da trovare nelle piccole cose e in piccoli attimi con un parente, un amore, un amico.

Camminare sotto la pioggia e buttarsi nelle pozzanghere bagnandosi fino alle ginocchia è felicità. Incontrare un amico dopo tanto tempo e sembrare di non essersi mai lasciati è felicità. Persino passare serate davanti alla tv per alcuni lo è.

L’uomo almeno una volta nella vita, magari solo per un millesimo di secondo e senza accorgersene prova felicità. Essere sinceri invece è difficile perché si ha paura delle reazioni che si provocherebbero e di perdere la credibilità raggiunta confessando certi pensieri. A volte semplicemente non si è sinceri per evitare discussioni che però si amplificano quando la verità viene a fuori.

La sincerità è quindi preziosa e rara anche perché siamo programmati per sopravvivere ed essere sinceri può trasformarsi spesso in un suicidio.