Ciao a tutti! Torno oggi, dopo qualche mese di pausa e parecchia pigrizia, con la recensione del libro che ho appena terminato: “La famiglia prima di tutto!”. Edito da Mondadori nella collana “Oscar Absolute”, è il penultimo romanzo dell’autrice Sophie Kinsella, diventata famosa soprattutto grazie alla sua saga “I love shopping”. Come tutti i suoi libri è molto autoironico e riflessivo, la sensazione che più ho provato durante questa lettura è la voglia di rivalsa, la necessità di assistere a una decisa reazione da parte della protagonista Fixie sulle vicende che trova sulla sua strada.

Fixie, lavora nel negozio di famiglia che offre prodotti per la casa e si trova a dover affrontare situazioni e relazioni che fino a questo momento della sua vita aveva sempre evitato e rimandato. Si trova a dover sopportare i comportamenti spesso e volentieri scontrosi del resto della sua famiglia ripetendosi il motto insegnatole dal padre “la famiglia prima di tutto”. Rimane così indecisa se sia effettivamente il caso di difendere sempre e comunque la propria famiglia mantenendola unita ma mettendosi così in secondo piano, sentendosi impotente davanti al loro egoismo, non solo verso di lei ma anche verso il negozio. E’ quindi un romanzo di formazione in cui lettore, pagina dopo pagina, si ritrova ad essere triste per le sconfitte e poi felice per le vittorie della protagonista che accumula sempre più consapevolezze, non solo sulle persone che la circondano, ma soprattutto su sé stessa.

La frase che più mi ha colpita è stata:

“La mia famiglia ormai è solo un lontano ricordo [..] ma non ho dimenticato che volere bene a qualcuno non significa essere il suo zerbino. L’amore può essere implacabile. L’amore a volte deve essere implacabile.”

Consiglio questa lettura a chi sente il bisogno di staccare dai propri pensieri e, perché no, problemi famigliari, vivendo per qualche ora le vicissitudini di un’altra persona che a noi non comportano nessun problema ma che potrebbero aiutarci a trovare qualche soluzione a cui non avevamo ancora pensato.

Seguitemi per altri consigli letterari! A presto e buona lettura!